Lits historiques – tutti convocati

lis2018

Presto, senza por tempo in mezzo tutti a Parigi, al convegno sui letti storici.
Proprio così: grande colloquio dal titolo Lits historiques. À la recherche des lits européens du XVe au XVIIIe siècle – usages, formes et décors.
E mica organizzato da Sbirulino, ma dall’Ecole du Louvre e dal Musée de la Renaissance di Ecouen.
Non so se mi spiego.

QUI la pagina ufficiale, e QUI per scaricare il programma.

Il mio intervento si intitola Naître, aimer, mourir. Les lits (et leur habitants) dans la peinture bolonaise entre les XVIe et XVIIe siècles.
Sabatini, Samacchini, Calvaert, Lavinia Fontana, Guido Reni.
Solita roba.

Vi attendiamo numerosi.

 

Annunci
Pubblicato in Fatto o da fare | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

tra Spagna e Fiandra, tra Cinque e Seicento

michele spagna 500-600.JPG

Da Bolaño, a Barcellona, passa questo piccolo rame (qui):

Escuela española, s.XVIII
Ángel de la Pasión
Óleo sobre cobre. 32 x 27 cm

Non è del Settecento, ma un secolo prima.
E questo su per giù è tutto quel che so dire.
Non ho idea di chi sia l’autore, ma mi sembra un quadro bellissimo.
Spagnolo, sì, ma fortemente influenzato dall’arte fiamminga. A partire dai due piccoli inserti in alto, con l’Entrata a Gerusalemme e l’Incontro con la Veronica, alla Frans Francken II.
I panneggi lucidi e iridescenti, come Hendrick de Clerck.
Ma la gamba atletica e dal chiaroscuro argenteo-fumoso, come Gaspar Becerra e El Mudo Navarrete (id est: come Sebastiano del Piombo + Zuccari/Tibaldi all’Escorial).

Ma più bella di tutto è l’iconografia.
Con il Demonio vestito da soldato dentro alla bocca del Gatto del Cheshire infernale, sdentato e fiammeggiante.
Forse alla base ci sarà un’incisione (c’è un’aria molto da fratelli Wierix), ma l’esecuzione rimane di grande qualità.
Parte da 1.000 euro, io andrei senza esitazioni.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ercole e Ciccio (e Ivan)

https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/auctionmediaphotos/f/c/9/1516867170260410.jpg

Da Artcurial a Parigi passano due battaglie.
Eccole qua (qui):

Ercole Graziani
Bologne, 1688 – 1765
Chocs de cavalerie
Paire d’huiles sur toiles, 27 x 59,50 cm (10,63 x 23,43 in.)

Boh. A me pare falsa.
Ma di una cosa sono sicuro: non è di Ercole Graziani, che non ha mai dipinto una battaglia in vita sua.
Quello delle battaglie è Francesco, ed è napoletano.

Non è che un Graziani vale l’altro.
Chi comprerebbe una Battaglia di Ciccio Graziani?

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/e/e5/Francesco_Graziani_-_AC_Torino_1976-77.jpg

O una Battaglia di Ivan Graziani?

https://i1.wp.com/www.ferraraitalia.it/wp-content/uploads/2013/12/ivan-graziani1.jpg

Ecco, è un po’ la stessa cosa…

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

cari pastori, vi annuncio che mi sono rincitrullito

mastero annuncio pastori sotheby's.JPG

I meriti di Longhi non si possono neanche elencare.
A volte mi stupisco che apparteniamo alla stessa specie.

Tra i maggiori, a mio avviso, il recupero del Maestro dell’Annuncio ai Pastori.
Un artista di spessore enorme, un gigante della pittura napoletana.
Come mai ancora non conosciamo il suo nome? Perché il clamore della sua riscoperta rende deludenti i nomi di Juan Do, di Bartolomeo Bassante eccetera.
Quando scopriremo che Superman di chiama Clark Kent, i filologi gioiranno ma noi popolino rimarremo un po’ male.

Per questo motivo mi pare fuori dal mondo l’attribuzione di Sotheby’s di questo quadro (qui):

The Master of the Annunciation to the Shepherds
ACTIVE IN NAPLES CIRCA 1620 – 1640
A PEASANT BOY EATING PASTA
oil on canvas, 30 1/3  by  25 in.; 77.1 by 63.5 cm

Per una volta, non voglio entrare in questioni stilistiche (che peraltro mi sembrano fin troppo chiare).
Voglio solo evocare i miei radi incontri col Maestro: a Napoli, a Bordeaux, a Rimini.
Tutti quadri di gran forza, davanti ai quali non si rimane indifferenti. Un confronto con le radici caravaggesche serrato e ostinato, senza indulgenze. I volti ammaccati dalla fatica della vita.

Tutto il contrario, insomma, di questo ragazzetto dalla pelle delicata, dalla facciotta simpatica, immortalato nella scenetta di genere più innocua e rassicurante che si possa immaginare.
Gli spaghetti, il fiasco…

E’ questo, il Maestro dell’Annuncio ai Pastori?
Il grande Maestro dell’Annuncio ai Pastori?

Io amo le ragioni di stile. Ma una connoisseurship senz’anima, che senso ha?

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

…e annegare nel Giordano

malinconico historia

Che poi, come mi fanno giustamente notare, il quadro del post precedente (qui) potrebbe reggere anche un’attribuzione al caposcuola, ovvero a Luca Giordano in persona.

In effetti si accumuna a una serie di bozzetti già più o meno noti, per Storie di sant’Antonio nella chiesa di Sant’Antonio dei Portoghesi a Madrid.
E infatti ecco l’affresco corrispondente:

luca giordano madrid sant'antonio dei portoghesi.jpg

Forse il problema non è così semplice, ma il mercato non bada a queste sottigliezze.
Basta far annusare la relazione, il resto sono sofismi.

A questo punto i 5mila sborsati acquistano maggior senso, in effetti.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

sempre più Malinconico

malinconico historia

Per ovviare alla malinconia montante, avevo pensato di comprarmi un quadro e poi rivenderlo, diventando ricco.
Avevo puntato questo bel dipinto, che passava in una oscura casa d’aste di Mühlenbeck (qui):

Italienischer Meister um 1700
Die Fischpredigt des heiligen Antonius von Padua
Engeln, Öl/Lwd., doubl., rest. u. retusch., 80 x 54 cm

Partiva da 700 €.
Italiano del Settecento, che è po’ vago ma giusto.
Impossibile ovviamente per dei tedesconi del nord-est riconoscere la mano del napoletano-bergamasco Nicola Malinconico. A quello ci penso io.

Però ci ha pensato anche qualcun altro, perché ha fatto quasi 5.000, tutto compreso.
E vabbeh.
Rimaniamo malinconici, tanto ormai…

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

effetto Attila

attila flagello di dio

Tra i miei molti superpoteri, è particolarmente efficace il cosiddetto “effetto Attila”.

Vuoi distruggere una struttura? Affossare una ricerca? Smantellare un progetto?
Chiedi a me, ci penso io.

Come faccio?
Semplicissimo: mando una proposta, anche piccola, anche piccolissima, e il gioco è fatto.
Non è che mi rispondono: “Grazie, ma non ci interessa”.
No. Preferiscono di gran lunga: “La sua proposta è interessante, per cui abbiamo deciso di suicidarci in massa pur di non accoglierla”.

Faccio un esempio, il più recente.
Solidissima casa editrice, solidissima collana di tradizione ultraventennale.
Mando allora la mia propostina.
Risposta (vera):

Caro amico,
Purtroppo, questa collana ha termine col volume che abbiamo pubblicato l’anno scorso, dedicato a Xxxxxxxxx e scritto da Xxxxxxxxxxxxx.
Buon anno.

Chissà, forse potrei sfruttare questa abilità a livello commerciale.
Mi faccio assumere da una azienda, poi mando lettere alle aziende concorrenti: “Sarei interessato a una collaborazione…”.

Mica male, come idea.

 

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 2 commenti