All good things must come to an end

 

… son problemi, eh…

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Le ossessioni del Mibact – 1

Quante sono le ville venete? Decine e decine.
Ognuno ha le sue preferite. La Rotonda, villa Barbaro a Maser, villa Valmarana ai Nani…
Ed evidentemente anche il signor Mibact ha le sue preferenze.
Naturalmente voglio subito evitare di pensare a secondi fini.

239 Chi ha realizzato gran parte delle statue del parco di villa Pisani di Stra?
247 A chi è dovuto il disegno del parco di villa Pisani a Stra?
354 Il boschetto all’inglese a N.W del parco di villa Pisani di Stra è stato realizzato:
440 Chi ha dipinto il soffitto del salone da ballo di villa Pisani a Stra?
448 A cosa è adibito l’edificio che fronteggia il fabbricato principale di villa Pisani a Stra?
523 Quando è stato dipinto il salone da ballo di villa Pisani a Stra?
585 Cosa rappresenta l’affresco del salone da ballo di villa Pisani di Stra?
624 Chi ha progettato l’edificio principale della villa Pisani di Stra?
719 Su quale modello architettonico si basa il parco della villa Pisani di Stra?
966 Al centro del timpano centrale della facciata della villa Pisani di Stra, rivolta verso il Brenta, si trova:
1150 La Villa Pisani a Stra (Venezia) è:
1173 I pavimenti della villa Pisani, di Stra, e delle ville venete in genere sono:

Diciamo che lavorare in un posto invece che in un altro, può aiutare.
Anche perché non c’è una domanda su nessun’altra villa.

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mibact – and the winner is…

Non è tanto l’assurdità della domanda, quanto la perfetta coincidenza.
Si tratta della domanda n° 1089, proprio come la mitica legge fascista del 1939 che per oltre sessant’anni ha disciplinato la materia dei beni culturali.
Leggiamola:

1089 I “Bronzi di Riace” (V secolo a.C.), oggi a Palazzo Campanella di Reggio Calabria, sono stati realizzati:
A In marmo.
B In legno.
C In bronzo.

Vi do un indizio. I BRONZI di Riace.
Ripeto.
I BRONZI di Riace.

 

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Mibact – only the best – 5

Le ultime cinque luminose domande ministeriali:

875 Chi ha affrescato la volta della Cappella Sistina in San Pietro a Roma?
A Caravaggio.
B Raffaello.
C Michelangelo.

 Vi prego, rileggiamola insieme ancora una volta.

883 I ritratti di un vecchio, di un astrologo e di un botanico di Bartolomeo Passarotti della Galleria Spada sono opere:
A Intrise di realismo caravaggesco.
B Che preludono il superamento del tardo manierismo verso il naturalismo carraccesco.
C Improntate allo stile di Agnolo di Cosimo detto il Bronzino.

Passerotti (o Passarotti, all’ammeregàna) prelude al superamento del manierismo? Ma chi l’ha detto?
Posso dire una cosa io? Questa storia della “pittura di realtà”, della “natura ed espressione” ha rotto le balle.
Provate a indicare cosa c’è di non-manierista nei ritratti di Passerotti.
Va bene, dopo di lui vengono i Carracci. Ma Passerotti mica lo sapeva.
Categorie vecchie, vecchie, vecchie. Che ci vengono riproposte da persone vecchie, vecchie, vecchie (a prescindere dalla carta di identità).

902 “Intrecci vegetali con frutti e monocromi di radici e rocce” è una pittura parietale a tempera su intonaco, opera di:
A Renato Guttuso
B Leonardo da Vinci
C Umberto Boccioni

Dice che è la B. Quindi immagino si riferisca alla decorazione della Sala delle Asse nel Castello Sforzesco. Ma questo titolo, Intrecci vegetali eccetera? Chi lo ha messo, Leonardo? Le opere antiche non si titolano mica in questo modo.
Domanda trabocchetto un po’ triste.

1294 Il ciclo di Affreschi nel Castello del Buonconsiglio di Trento, è stato realizzato:
A dal Canaletto
B dal Ghirlandaio
C dai Dossi

 Va ben, dai Dossi. Però… povero Romanino.

1355 Il codice Squarcialupi (ms Med. Pal. 87) è un codice musicale manoscritto realizzato agli inizi del XV secolo. Esso è la principale fonte di musiche italiane del XIV secolo che riguardano compositori dell’Ars nova , è conservato alla:
A Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze.
B Biblioteca universitaria di Bologna.
C Biblioteca nazionale Braidense di Milano.

Non ne ho la più pallida idea. Però immagino che se un codice ha una collocazione “Medicea Palatina” debba stare alla Biblioteca Medicea.

 

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Mibact – only the best – 4

Altre cinque magnifiche domande per i futuri funzionari ministeriali:

410 Il “David” di Donatello:
A Si presenta come un giovinetto imberbe, con i capelli arricciati intorno al viso e tiene nella mano sinistra uno spadino.
B Si presenta come un giovane uomo, mentre tiene nella mano destra il sasso e sulla spalla sinistra la fionda, pronto a colpire il gigante.
C Si presenta come un giovinetto, in piedi con un piede appoggiato sulla testa mozzata di Golia a terra.

575 Nel “David” di Donatello:
A L’eroe porta una corta veste e calzari all’antica e tiene una mano sul fianco e con l’altra impugna uno spadino.
B La testa di Golia è coperta da un elmo con una coppia di ali; su una faccia dell’elmo è rappresentata a rilievo una scenetta mitologica.
C L’eroe è completamente nudo, armato di solida Fede in Dio, razionalità e intelletto, oltre che di fionda e sasso.

Capisco che non si tratta di un artista romano, quindi poco importa.
Però un minimo di decenza dovrebbe avvertire che i David di Donatello sono due. Sono entrambi al Bargello, quindi di solito si indicano con “David di marmo” o “di bronzo”.
Poi siamo d’accordo che quello di bronzo è più celebre, però mica siamo al bar. O alla festa der cimena de Roma, dove quanno vinci te danno er David de Donatello.
O sì?

442 L’Adorazione dei Pastori di Pellegrino Tebaldi della Galleria Borghese è un’opera chiaramente influenzata dalla pittura di Michelangelo firmata e datata:
A 1555.
B 1567.
C 1549.

Pellegrino Tebaldi? E chi è? Il papà di Renata, il soprano?

524 Il Miracolo dello schiavo di Jacopo Tintoretto oggi alle Gallerie dell’Accademia a Venezia fu commissionato al pittore da:
A Scuola di S. Rocco.
B Scuola di S. Marco.
C Basilica di S. Marco.

Non per sottilizzare, ma la Scuola di San Marco non esiste.
Esiste la Scuola Grande di San Marco.

488 Dove si trova l’unica chiesa romana dedicata a San Filippo Neri?
A In Via Giulia.
B In Piazza della Chiesa Nuova.
C In Piazza Capranica

Ho già detto che le domande vertono quasi tutte sui musei romani, evidentemente bisogna piazzare un po’ degli amici romani.
Adesso però si esagera.
Questa non è una domanda di storia dell’arte, ma una conversazione tra un cliente e un tassinaro.

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Mibact – only the best – 3

Altre cinque, fantastiche:

205 Fu opera di Cimabue
A la deposizione lignea del Duomo di Firenze
B il crocifisso di Santa Croce
C Creazione di Eva e Peccato originale nel Chiostro verde di Santa Maria Novella

 E’ la B. Ma perché “fu opera”? Cosa gli è successo. E’ un po’ alluvionato, d’accordo, ma è ancora lì appeso al suo chiodo. O no?

271 Nella straordinaria cornice di via Garibaldi, nella magnifica Strada Nuova rinascimentale e barocca dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO, ha sede un originale percorso museale che collega tre importanti palazzi genovesi; ovvero:
A Palazzo Rosso, Palazzo Verde e Palazzo Doria Tursi.
B Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Doria Tursi.
C Palazzo Verde, Palazzo Bianco e Palazzo Doria Tursi.

 Palazzo Bianco, Rosso, Verde! Viva l’Italia!

324 Arnolfo di Cambio
A lavorò al servizio di Carlo I d’Angiò: famosi sono i suoi cibori
B lavorò per il Cardinale de Medici
C lavorò esclusivamente per la bottega di Nicola Pisano

E’ la A. Ma i cibori di chi? Di Carlo d’Angiò? Arnolfo andò a lavorare per Carlo d’Angiò perché i cibori di Carlo sono a tutt’oggi famosi.

336 Tra le opere di Michelangelo a Roma è celebre la Cordonata capitolina del Campidoglio. Cosa è una cordonata?
A Una strada in pendio
B Una gradinata
C Un’ esposizione seriale di sculture

Nessuna di queste tre cose, ovviamente. Per fare una cordonata ci vuole una strada in pendio, va bene. Ma la strada in pendio non è la cordonata. Eccheccazz…

374 A quale epoca appartiene il convento di San Marco a Firenze?
A Al Quattrocento.
B Al Rinascimento.
C Al tempo del Savonarola.

 Questa è fantastica.
Il “Quattrocento” a casa mia va dal 1400 al 1499. Savonarola nasce nel 1452 e muore (bruciato) nel 1498. Possiamo ben dire che è un uomo del Quattrocento.
E il Rinascimento, di quand’è? Boh. Su per giù direi anche lui intorno al Quattrocento.
Quindi?
Vabbeh, escludiamo la C, visto che il convento era già terminato prima che Savonarola nascesse.
Ma che differenza c’è tra A e B?

 

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mibact – only the best – 2

Altre cinque perle:

49 Gian Lorenzo Bernini ha scolpito:
A La Fontana dei Fiumi in Piazza Navona a Roma.
B La Fontana di Trevi a Roma.
C La Fontana dell’Acqua Paola a Roma.

Secondo me nessuna di queste.
La sua bottega, quella dei Quattro Fiumi.
Tra “progettato” e “scolpito” ce ne passa.

71 La Basilica di San Pietro, iniziata su progetto del Bramante, tra gli altri, da quali dei seguenti maggiori artisti fu continuata?
A Pier Luigi Nervi, Renzo Piano, Paolo Portoghesi e Franco Purini.
B Raffaello, Giuliano da Sangallo, Michelangelo e C. Maderno.
C Giuseppe Abbati, Adriano Cecioni, Telemaco Signorini.

No comment.

101 I due dipinti Baccanale di Putti di Nicolas Poussin della Galleria Nazionale d’arte antica di Roma di Palazzo Barberini sono:
A Olii su rame.
B Olii su tela.
C Tempere su tela.

Dal sito della Galleria Nazionale (qui):

Poussin Nicolas (Les Andelys 1593/4-Roma 1665)
Roma, Palazzo Barberini
tecnica e dimensioni: guazzo, tempera e olio su tela, cm 74,5 x 85,5

Quindi? Che si fa?

135 La torre degli Asinelli di Bologna:
A è la minore tra le due torri simbolo di Bologna
B è di linea curva con giri di arcate cieche
C è pendente

La torre degli Asinelli è la più alta delle due. Non è di linea curva (che vuol dire, una torre di linea curva?). Sarà quindi pendente. Pende? Appena un poco, suvvia. Credo (a memoria) che abbia uno sbalzo di un paio di metri, su oltre 96 di altezza.
E’ una torre pendente?
Vai a Bologna a dire che è una torre pendente, vedrai.

196 A chi è intitolato il Duomo di Tarquinia?
A A Santa Silvia.
B A Maria Assunta.
C A Santa Margherita.

San Martino, al quale il duomo è intitolato insieme a Margherita, ringrazia.

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento