rendere Saraceni orripilante

saraceni schifo

Perché copiare un quadro?
Perché è bello, no? Perché è famoso, tanto che qualcuno si potrebbe accontentare di una copia.
E’ insensato? In mancanza dell’originale, ci si arrangia… un po’ come visitare le mostre virtuali di questi giorni (e questo è un altro discorso, che forse riprenderemo).

Qualcuno, tempo fa, ha dipinto questo quadro, forse con una di queste motivazioni (qui):

École du Nord XVIIIeme
La fuite en Égypte
HSC, H 22,5 X L 17,5 cm

E’ un quadretto, HSC vuol dire “olio su rame” (huil sur cuivre).
Uno dice: prendo un quadro bellissimo, stupendo, lo faccio uguale… sono a cavallo.
E allora ha preso a modello il quadro bellissimo di Carlo Saraceni a Frascati:

saraceni frascati

Il risultato… uff, ognuno può giudicare da sé.
Direi che la distanza tra originale e copia è una delle maggiori mai misurate.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti, Ma proprio no | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Solimena e Giordano

hampel solimena giordano.JPG

Stavolta ho la sensazione di andare a dare una facciata micidiale.
E va beh, mica sarà la prima volta. Tanto, peggio di così…

Non so se l’asta di Hampel sarà celebrata, in tempo di peste nera, o spostata on line o cosa. Non lo so.
In ogni modo, passa questo quadro assegnato senza tentennamenti a Solimena (qui):

Francesco Solimena
1657 Canale di Serino – 1747 Barra di Napoli
DIE ANBETUNG DER HEILIGEN DREI KÖNIGE
Öl auf Leinwand. Doubliert, 71,5 x 116,5 cm

C’è anche un riferimento bibliografico, che è il più autorevole possibile:
N. Spinosa, Francesco Solimena (1657-1747) e le Arti a Napoli, Rome 2018, p. 579, no. A2

Non ho qui a casa il librone di Spinosa, e non posso muovermi per controllarlo.
L’unica cosa che posso immaginare è che Spinosa abbia ricostruito una fase iniziale di Solimena in cui somiglia tantissimo a Luca Giordano.
Se questa fase esiste, questo dipinto dovrà ben esserne il cardine.
Perché assomiglia proprio molto a Luca Giordano.
Ma proprio molto molto, assomiglia a Luca Giordano.

Secondo me è Luca Giordano, nel caso non si fosse capito.
28mila euri per vederlo da vicino e togliersi il dubbio.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 18 commenti

grazie a tutti

grazie a tutti.jpg

Lo sanno tutti, basterà solo un link alla notizia che oltre 7.000 medici hanno risposto al bando per 300 posti.
Questa gran quantità di domande ha sollevato un’onda di commozione, e le istituzioni unite hanno giustamente ringraziato tutti i candidati.

Io non sono medico, ma ho sempre pensato che (un po’ come un medico) fosse giusto accumulare conoscenze per poi restituirle alla comunità, cercando di migliorare la qualità della vita di tutti.

Allora ho accumulato un sacco di conoscenze, poi sono andato al Comune a dire che mi sarebbe piaciuto metterle al servizio della comunità.
Ma vattene affanculo, mi hanno risposto.

Allora sono andato dallo Stato, a dire la stessa cosa.
Se ne vada affanculo, perché allo Stato sono un po’ più formali.

Allora all’Università.
Ah ah ah, mavvaffanculo, perché eravamo tra amici.

E allora in giro, Milano, Perugia, Verona, Roma, Firenze….
Fanculo, fanculo, fanculo, fanculo….

Non solo nessuno ha mai sentito il bisogno delle mie competenze (che ci può anche stare), ma tutti si sono impegnati per tenerle alla larga, ognuno per le sue ragioni.

Per questo un po’ invidio gli oltre 6.700 medici esclusi, che non saranno selezionati.
Almeno qualcuno ha detto loro: “Grazie per esservi presentati, e per aver pensato di porvi al servizio della comunità in un momento così delicato”, e non hanno pisciato loro sulla testa sghignazzando al grido di “andatevene affanculo”.

 

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Giovan Battista Non-Lolmo

lolmo-rossimi.jpg

Ma chi è quel deficiente che ha attribuito a Gian Paolo Lolmo il quadro discusso qualche giorno fa?
Un cretino, di sicuro.
Un rapido giro di opinioni tra gli esperti, e si è scoperto che ASSOLUTAMENTE non è Lolmo. Come si è potuto pensare?
Ma dico io, roba da matti…

E allora chi è?
Non è Lolmo, va bene. Chi è?

Non Lolmo.
Un pittore che, ammetto, non conoscevo.
Gran sforzo di connoisseurship.

Quindi: non comprare.
Ricevuto?
NON comprare.

Vedremo il tempo cosa dirà.

 

 

 

 

Pubblicato in Ma proprio no | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Antonio Molinari

molinari sirani schlosser.JPG

Passa da Schlosser, a Bamberga, questo bellissimo quadro (qui):

Sirani, Giovanni Andrea – Attributed to or circle of
(Bologna 1610-1670 ibid.)
The blinded Samson freed from his shackles
Oil on canvas. 119 x 92 cm

Appesantito da una attribuzione del tutto incongrua, si distingue ugualmente per la sua qualità.
Non bolognese, ovviamente: non c’è nulla di Guido Reni, del quale Sirani è seguace pedissequo e poco fantasioso.
Si tratta invece di un’opera veneziana, e più tarda, di un pittore che ancora conserva ricordo dei tenebrosi, in particolare di Loth e di Zanchi.
A mio avviso, questo pittore si chiama Antonio Molinari, che è appunto un allievo di Zanchi.
Stiamo uscendo dal Seicento, e gli incarnati si fanno più lisci, le anatomie meno tormentate.

Come confronto metto questo Ercole e Onfale di collezione privata:

Molinari-collpr

e invito a confrontare i volti di Onfale e Dalila, per fugare ogni dubbio:

cfr molinari

Se vogliamo scendere in particolari più minuti, quel ricciolino finto-ribelle che serpeggia sulla fronte delle fanciulle è una delle abitudini preferite di Molinari.

La stima è un po’ alta, 9mila euri, ma non so da quanto parte.
Comunque molto molto bello.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

WAY Award – Francesco Fracanzano

diogene nico cereghini.JPG

Mica che sia un quadro brutto, o sgradevole, o una copiaccia spacciata con dolo.
Anzi, è un quadretto simpatico, quello che passa da Nagel (qui, poi giù fino al lotto 543):

Francanzano, Francesco (Kreis)
Monopoli 1612 – Neapel 1656
Der Philosoph Diogenes von Sinope
Öl/Lwd./Lwd, 48 x 45 cm

Diogene, perché sul fondo si intravede una lampada. E’ al chiuso, si vede che ha trovato casa, o ha ristrutturato la botte.
Ma perché Francanzano, proprio non lo capisco.
Non lo capisco, perché non sono un esperto di Ottocento. E non c’è dubbio che questo sia un quadro ottocentesco.
Suvvia.
Altro che Fracanzano. Un nome che non so proprio da dove salti fuori.

Un perfetto candidato per il nostro premio virtuale.

 

Pubblicato in WAY Award | Contrassegnato , , , , , , , , | 8 commenti

Gian Paolo Lolmo

lolmo rossimi.JPG

Non credo di aver mai parlato di Gian Paolo Lolmo.
E’ un bergamasco della seconda metà del Cinquecento, allievo di Moroni.
L’occasione buona la offre questo quadro che passa tra poco a Parigi (qui):

ITALIE DU NORD DERNIER TIERS DU XVIÈME SIECLE
Le Christ en Gloire entre la Vierge et saint Jean avec dans la partie inférieure le couple de donateur et leurs deux enfants, sur fond de paysage traversé par un fleuve
Huile sur toile cintré dans la partie supérieure (Rentoilage ; restaurations), H. 280 cm. – L. 196,5 cm

Tutto giusto, direi, perché Lolmo muore nel 1595 e nasce intorno alla metà del secolo, quindi non è attivo prima degli anni settanta inoltrati.
Per l’attribuzione, credo possa essere utile la sua pala in Santa Maria Maggiore a Bergamo:

lolmo bergamo

Stesse espressioni imbambolate (specialità dell’artista), stessa compatta luce dorata (ovvero gialla) che avvolge il personaggio in alto al centro, stessa apertura di paesaggio.
E qui mi fermo, perché immagino che una certa somiglianza nell’impianto sia evidente a tutti.
Si potrebbe obiettare che il panneggiare, nella pala di Bergamo, è più largo, le pieghe leggermente più rigide.
Ciò perché la detta pala è una delle sue prime opere: basterà spingersi verso la fine del secolo, ad esempio con il quadro di San Michele al Pozzo Bianco, sempre a Bergamo:

lolmo pozzo bianco

Ed ecco che il panneggio si fa più fitto, e ritroviamo anche quel bel rosa così tipico dell’artista.

Che dire? E’ un po’ ingombrante, con i suoi quasi tre metri di altezza.
Però dato che costa 8mila euri, alla fine fanno 1.450 € al metro quadro.
Mica male.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 4 commenti