Vincent Sellaer (?)

Ancora Millon, Parigi, il prossimo 6 aprile.
Asta poco pubblicizzata ma con dipinti antichi interessanti.
Tipo questa Madonna col Bambino, data a scuola lombarda di primo Seicento (qui).

Ecole LOMBARDE du début du XVIIème siècle
Vierge à l’Enfant
Panneau renforcé 27,5 x 20,5 cm
Estimation: 6.000 – 8.000 €

C’è qualcosa che non capisco?
Quale lombardo di primo Seicento dovrebbe essere? Cerano, o Morazzone? Malosso?
C’è un trucco che non riesco a vedere?

Oppure è un errore di stampa: lombrado inizi del XVI secolo.
Quindi Foppa, o Bergonone? O Bramantino?

Boh. Davvero imperscrutabile.

Visto così è un bel quadro fiammingo, dalle parti di Malines. Più moderno di van Orley, potrebbe essere una cosa giovanile di Vincent Sellaer.
Mi piace molto, e mi sembra un affarone.

Sempre che un restauro non riveli la firma del Giampietrino, o di Cesare da Sesto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consigli per gli acquisti, Ma proprio no e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Vincent Sellaer (?)

  1. Matteo Mazzalupi ha detto:

    Posso farle una domanda a proposito di Sellaer? Secondo lei questo dipinto ha davvero a che fare con lui? http://www.bonhams.com/auctions/19789/lot/232/?page_anchor=m1%3D1%26k1%3D232%26b1%3Dlist. Perché a me pare tutt’altro, di certo in Italia. Grazie!

    • micheledanieli ha detto:

      Mah, a dire il vero pare anche a me una cosa fiamminga.
      Tipo una cerchia di Willem Key.
      La qualità non è eccelsa, in ogni modo, anche al di là dei guasti.
      Lei invece a cosa pensava?

      • Matteo Mazzalupi ha detto:

        Si figuri (ma ci diamo del lei, come qui, o del tu, come nel post sul ritratto “di Sorento”?) che a me sembrava invece una cosa di raffaellismo marchigiano, tipo Vincenzo Pagani. Non voglio ancora abbandonare l’idea, ma forse soltanto perché non so abbastanza di pittura fiamminga per convincermi che lei abbia ragione!

  2. micheledanieli ha detto:

    Giusto, giusto: diamoci del tu.
    In effetti ricorda un po’ il Gabriele della pala di Altidona, ma mi sembra una somiglianza superficiale.
    Cosa mi dici di quel grande manto violetto? Sono i colori di Pagani?
    E di quella testa piccolissima, tipica interpretazione fiamminga del manierismo centroitaliano?
    Come dici bene tu, Pagani è un “raffaellista marchigiano”, mentre il quadro Bonhams fa riferimento a una cultura più moderna e internazionale, post-Sacco di Roma.
    Questo è quanto mi sembra di vedere dalla foto. Poi magari domani si scopre la firma di Raffaellino del Colle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...