Maestro della Pietà

Asta di dipinti antichi di Dorotheum, il prossimo 18 aprile. Una caterva di roba, asta ricchissima. Prezzi alti, e grandi studiosi chiamati a esprimersi quasi su ogni singolo lotto.

Bisognerebbe farsi gli affari propri, ma dato che tra questi studiosi c’ero anch’io, e dato che i miei suggerimenti (gratuiti) sono stati sistematicamente ignorati, un po’ di vendetta non guasta.

Cominciamo da questa Crocifissione che passa come scuola senese del XIV secolo (qui).
L’attribuzione è prudente, anche se poi nella scheda ci si dilunga su una attribuzione a Bartolomeo Bulgarini avanzata da Alessandro Tomei (ordinario L-ART/01 all’Università di Chieti).

Dell’attribuzione a Bulgarini si può discutere (il suo catalogo è ancora molto fluido), ma è curioso che nessuno sappia che il dipinto è stato pubblicato da Cristina De Benedictis, Il Maestro della Pietà. Iconografia e devozione, in Opere e giorni. Studi su mille anni di arte europea dedicati a Max Seidel, a cura di Klaus Bergdolt, Giorgio Bonsanti, Venezia 2001, pp. 163-166.
Un articolo interamente dedicato alla nostra tavola, della quale si evidenzia il ruolo di cerniera tra due fasi dell’attività dell’artista: la prima ancora memore dei Lorenzetti (specialmente Pietro), la seconda più vicina a Luca di Tommè.

Silenzio assoluto, dalle casa d’aste e dagli ordinari.

Una cosa è battezzare i quadri, una cosa è studiare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Come stanno le cose, Contrattacco, Ma proprio no e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...