Stranissimo e incresciosissimo, l’affare dei Girolamini

Il caso (già trattato) della biblioteca dei Girolamini a Napoli, dove il direttore rubava e vendeva i libri antichi, è infine giunto alla sua inevitabile conclusione.
Tutti in manette. Lo leggo su Repubblica.

Si badi bene: manette, non sollevamento dall’incarico. C’è una bella differenza.

Ricordate l’appello rivolto al ministro Ornaghi dalla crème dell’intellighenzia (qui)? Centinaia di firmoni prestigiosi, un coro di vibrante protesta che si levava possente.
Ma atti concreti, nessuno.
Denunce, nessuna.

Dice l’articolo che “l’indagine […] nasce come costola di quella sui Grandi Eventi e sulla gestione del Credito Cooperativo Fiorentino”, quindi in maniera quasi fortuita.
E la verità alla fine la dice il procuratore aggiunto Giovanni Melillo: “Da più parti si è detto che si sapeva che alla biblioteca avvenivano furti ma allora mi chiedo, come mai nessuno è intervenuto? Come mai non sono arrivate denunce?”.

Povero procuratore, che tenerezza.
Sa, procuratore, gli studiosi sono un po’ così. E anche la loro idea di legalità è un po’ così.
Truccare un concorso, rubare un libro, piazzare un parente… Vogliamo chiamarle illegalità? Ma no, professore, stia tranquillo.

Denunciare?! Procuratore, ma davvero è così fuori dal mondo? Vuole che il professore prenda una posizione netta, senza che ci sia un guadagno sicuro? Ma che siamo professori a fare? Per opporci al degrado della situazione culturale? Ma sì, sono cose che si dicono. Dovessimo fare tutto quello che diciamo…

“Come mai nessuno è intervenuto?”, si guarda intorno stupito il procuratore.

Lei non sa, procuratore, quante volte anch’io me lo sono chiesto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Come stanno le cose e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...