Pozzoserrato (mai e poi mai)

Voglio istituire un premio per le peggiori attribuzioni dell’anno.
Sicuro finalista è questa Susanna e i vecchioni che passa il 31 agosto presso Sesart’s (qui).

Ludovico Toeput, il Pozzoserrato
(1550 c.-1605 c.)
Susanna e i Vecchioni
Olio su carta argentata, 53×46 cm
Siglato LP
Si acclude perizia del Prof. Emilio Negro il quale sostiene che: “…A sostegno dell’attribuzione proposta per la nostra Susanna e i Vecchioni, è il confronto con altri dipinti tra i più famosi dell’artista nordeuropeo come, ad esempio, la Sosta davanti all’osteria durante al caccia al falco (Monaco di Baviera, Alte Pinakothek); ma ancor più coerente, pure dal punto di vista cronologico, risulterebbe il rapporto stilistico e compositivo con i paesaggi affrescati nal’Appartamento Abbaziale di Praglia (Padova) degli anni Novanta del Cinquecento…epoca in cui è possibile circoscrivere anche la nostra Susanna e i Vecchioni ormai inserita nella tradizione pittorica di orientamento veneto-fiammingo”.

Tanto per curiosità allego una piccola foto dei paesaggi dell’abbazia di Praglia:

E non ho il bellissimo San Mauro e san Placido
Forse sono io che vedo male dalla foto, ma mi sembra una quadretto senza nessuna pretesa. Lontanissimo non solo da Pozzoserrato, ma anche dalla Venezia di fine Cinquecento.
Orribile il vaso di fiori alle spalle di Susanna, sciatta e larga la pennellata. Il manto bianco su cui siede la donna è una massa informe.
Insomma, non mi pare che quadri niente.

8-10.000 euri di stima.
Parte da 6mila.
Se lo vendono, mando subito un curriculum a Sesart’s.

PARTE SECONDA

Lo dicevo che c’era qualcosa che non mi tornava.
La Susanna Sesart’s discussa sopra deriva senza varianti da una (bellissima) incisione di Jan Saenredam su invenzione di Hendrik Goltzius. Eccola qua:

In basso c’è scritto “Robb. de baudous excud”. Dato che l’editore Robert de Baudous nasceva a Bruxelles intorno al 1575, ben difficilmente l’incisione potrà stare sul 1590. Diciamo allora tra il 1600 e il 1607, anno della morte di Saenredam. Giusto in tempo per Pozzoserrato, che a sua volta muore al più tardi nel 1605.
Ma al di là di queste sottigliezze cronologiche, basta guardare le due immagini per rendersi conto della situazione: il quadro Sesart’s è semplicemente una copia dall’incisione, e anche bruttina.

Un solo confronto:

Per capire quanto l’autore del quadro fatichi a capire e a restituire l’articolazione dello spazio del giardino chiuso, cosa che al contrario è una delle specialità di Pozzoserrato.

Mah. Non era mica difficile.
E c’è anche un’expertise… Soldi ben spesi, non c’è che dire.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consigli per gli acquisti, Ma proprio no e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...