Non fiammingo, ma Luciano Borzone

Mea culpa, mea culpa.
Il quadro discusso nel post precedente non è una copia da un dipinto fiammingo, bensì dal bellissimo Belisario cieco chiede l’elemosina di Luciano Borzone a Chatsworth:

Ne passò anche un’altra copia da Cambi l’anno scorso (qui), con la corretta indicazione del prototipo:

In controparte, come il quadro Freeman’s. Se c’è una incisione, non la conosco.

A mia discolpa, posso dire che mi aveva tratto in inganno la signora al centro, che Borzone veste di giallo, ma che nel quadro americano porta un vestito di raso grigio bordato di blu, che è un tipico abbigliamento alla Rubens, o Van Dyck.

Comunque tant’è.
Grazie al commentatore che me lo ha fatto notare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consigli per gli acquisti, Ma proprio no e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...