Luca Giordano ≠ Carlo Maratta

luca giordano new york doyle

Tanto tempo fa (tantissimo) facevo esercizi di riconoscimento in vista di una prova d’accesso.
Davanti a un quadro di cui stentavo a riconoscere l’autore, una mia amica mi diede un suggerimento: “Quando assomiglia a tutti e non si capisce niente, allora è Luca Giordano”.
Oggi non mi sbaglio più, e mi sembra che anche un neonato cieco sia in grado di riconoscerlo. Ma quella definizione mi sembra ancora la più adatta per descrivere lo stile di Luca Giordano.

Tutto questo non succede da Doyle, a New York.
Passa in asta questo bel quadro (qui):

Follower of Carlo Maratta
The Flight to Egypt
Oil on canvas
75 x 103 cm

Non ci vuole un genio per riconoscere i tratti tipici di Luca Giordano.
A dimostrazione, metto qui un dipinto che passò presso Alessandro Morandotti (padre) decenni fa, pubblicato nelle monografia di Scavizzi e Ferrari:

luca giordano-morandotti

Mi sembra somigliante.
Insomma, per chi vuole appendersi in casa un Luca Giordano a 5.000 dollari (4.300 euri) è l’occasione giusta.
Come suggerimento non mi pare niente male.
Cosa posso fare di più?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consigli per gli acquisti e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...