Carel Fabritius ≠ Cesare Dandini

fabritius-henrys-dandini

Carel Fabritius è un pittore meraviglioso.
Un seguace di Rembrandt ma morto giovane, prima del longevo maestro.
L’ultima volta che l’ho visto è stato alla mostra di Vermeer a Roma, dove un suo Autoritratto (uno dei tanti, da bravo rembrandtiano) si mangiava buona parte della coeva produzione di Delft.

Per questo mette un po’ malinconia la decisione della diabolica Henry’s di attribuirgli questo quadretto (qui):

Zuschreibung: Carel Fabritius, 1622-1654
Porträt eines jungen Mannes mit Samtbarett
Öl/Lwd, restauriert, doubliert, im Oval ca. 57×44 cm

Ma quando mai?!
A parte la bruttezza del dipinto in sé, è proprio l’ambiente che è tutto diverso.
Si tratta infatti di una copia del quadro del fiorentino Cesare Dandini, che se ne sta a Palazzo Pitti.
Eccolo:

dandini-palazzo-pitti

Siamo un po’ fuori strada, mi pare.
E ne vorrebbero 2.500 €.

Figuriamoci.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consigli per gli acquisti, Ma proprio no e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...