i direttori, inevitabimente

direttori trombati

E così, alla fine, il TAR ha annullato le nomine di alcuni dei direttori piazzati da Franceschini (per quel che ne penso, cfr. qui).
Ne parlano tutti, dalla Repubblica al Corriere e poi tutti gli altri.
Ma era inevitabile.

Lasciamo perdere la norma che limita la partecipazione ai soli cittadini italiani.
E’ stupida, va cambiata e tutto andrà a posto.

Molto più interessanti le parole della sentenza che fanno riferimento a procedure “oscure” e “magmatiche” nella valutazione.
Mi permetto di sintetizzare: la consueta pastetta mafiosa per piazzare gli amici.
Concedetemi allora un minuto (solo uno) da moralizzatore:

– se tu (Ministro) credi nelle leggi e nelle regole, fissa regole giuste e chiama uomini di buona volontà a vigilare su di esse. Regole giuste e persone giuste produrranno risultati che forse non saranno quelli che speravi (id est magari non nomineranno un tuo amico), ma che andranno a vantaggio della comunità

– se tu (Ministro) hai come obiettivo piazzare i tuoi amici, sarai costretto a cucire loro addosso un castello di norme e un sistema di valutazione che sarà SEMPRE attaccabile. Soprattutto se c’è la volontà esplicita (comune ai renziani) di mostrarsi più forti della normativa. Così si spiega la falla dei cittadini stranieri vs cittadini italiani.

Tutto qua.
Adesso, ne sono certo, ci sarà un’altra leggine che risanerà le cose. Perché bisogna difendere non questi figuri miracolati, ma l’arroganza di Franceschini.

Perché il Ministro non ha semplicemente scelto 20 persone dicendo “Ho deciso così”? Perché si è andato a impaludare in un concorso (finto), con una commissione (finta) e tutto l’ambaradan?
Perché occorreva dimostrare che la forza bruta poteva aver ragione anche nella normativa vigente.

Per essere costruttivi, diamo un consiglio a Franceschini, mutuato dal magico mondo dell’Università, che questo problema lo ha brillantemente risolto da tempo.
Se vuoi imporre la tua volontà rispettando la normativa, prima TI DEVI SCRIVERE LE NORME PIU’ ADATTE ALLE TUE ESIGENZE.

Sveglia!!

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Come stanno le cose e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a i direttori, inevitabimente

  1. Tito Cerioli ha detto:

    Solo un “Politico” in salsa Ferrarese poteva essere così stupido da voler imporre la propria volontà senza prima scriversi le leggi ad hoc completando quanto avviato con le riforme del ministero del 2015-16. La vergogna sono i commenti di quei politici e opinionisti che continuano a dire ma che figura facciamo nei confronti dell’Europa. L’unica figuraccia è continuare con questi pastrocchi inqualificabili. Per quanto riguarda alla norma della riserva ai soli cittadini italiani non dico che non si possa aboli ma spero che con l’esterofilia provincialistica dei nostri politici temo che si risolverebbe in un va bene chiunque purchè non sia nato in italia o non abbia almeno un genitore straniero

    • micheledanieli ha detto:

      Da qualunque parte la si guardi, c’è qualcosa di sbagliato.
      Il problema è a monte. Ministro e staff non hanno idea di cosa sia il patrimonio culturale. Pensano che “patrimonio” voglia dire “soldi”, e si comportano di conseguenza. E lo sbandierano orgogliosamente, per giunta.
      Hanno trovato qualche saltimbanco che li spalleggia, e lo hanno nominato direttore.
      Per far questo, qualche norma bisogna pur calpestarla.
      Ed ecco il risultato.
      MD

  2. Giacinto Brandi ha detto:

    Trovo in questo articolo del Post qualche delucidazione in più – quello che ci si aspetterebbe almeno dai maggiori quotidiani invece delle consuete dichiarazioni apodittiche delle parti in causa:

    http://www.ilpost.it/2017/05/26/franceschini-tar-direttori-musei/

    Non mi è affatto chiaro invece il motivo per cui, se è vero che la partecipazione ai “concorsi” (ma vedi quanto affermano Pellegrino et alii) era riservata a cittadini italiani, la bocciatura della nomina riguarda solo due dei sette direttori stranieri frutto della riforma Franceschini.

    • micheledanieli ha detto:

      Riguarda solo due direttori stranieri perché nei confronti degli altri cinque non è stato presentato ricorso, o è stato respinto.
      Ma a me non interessa la tale norma o il talaltro codicillo (che dovrebbe essere materia dei giuristi del Ministero, che però non mi sembrano molto scaltri).
      Questo giro di nomine è stata una porcata clamorosa.
      Per metterla a posto, mi aspetto una porcata ancora peggiore.
      Che arriverà, perché ogni forzatura è un passettino verso la discrezionalità totale, verso l’arbitrio del più forte.
      MD

  3. Giacinto Brandi ha detto:

    Non sono un giurista, ma se passa il principio che la partecipazione ai concorsi era riservata ai cittadini italiani mi pare che le nomine di cittadini stranieri dovrebbero decadere anche in assenza di specifici ricorsi (e infatti in più di un articolo mi pare si sia espressa questa perplessità). Concordo sul disinteresse tecnico-legale, mi interessava casomai sottolineare l’assenza di una comunicazione chiara e precisa sul tema.

    Per il resto, se dagli istituti museali si pretende un’ipotetica autosufficienza economica (o “crescita”, produzione di profitto, di incassi, di biglietti strappati – quello che si vuole) allora l’intera questione delle nomine è malposta all’origine, anche in assenza di malafede.

    Sia come sia, dubito che la Galleria Estense di Modena potrebbe mai fare due milioni di visitatori l’anno, anche se la dirigesse Marchionne.

    Gianluca

    • micheledanieli ha detto:

      Nemmeno io sono un giurista, si figuri.
      Posso solo dire che se fai un casino a monte, mi sembra inevitabile che ne arrivino mille a valle.
      La gestione aziendalistica dei Musei è il vanto di questo nuovo corso politico. Pensano di aver trovato l’Eldorado in questi quattro quadri vecchi e in queste statue consunte. Basta trovare qualcuno che sia bravo a piazzarle.
      Il resto (cittadinanza, norme, logica, pudore, lungimiranza, tutela) importa poco o niente.
      A presto
      MD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...