salvate il soldato Francesco da Santacroce

http://images3.lottissimo.com/?9,399,13028436,700.700

Continuiamo la nostra personale battaglia contro l’anonimato dei dipinti di Francesco da Santacroce il cui nome, un tempo popolarissimo, oggi sembra scomparso dai cataloghi d’asta di tutto il mondo.
Le puntate precedenti qui, qui, qui, qui.

E il quadretto di oggi non è neanche male.
Lo propone Van Ham, a prezzo abbordabile (qui):

Italienischer Meister 16. Jh.
Die Heilige Familie mit dem Johannesknaben vor Landschaftshintergrund
Öl auf Holz. Parkettiert. 49 x 62,5 cm

Io ci farei un pensierino.
Anche se comincio a nutrire il vago sospetto che non sia più tanto di moda…

 

Annunci
Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Camillo Procaccini (non Prospero Fontana)

procaccini babuino.jpg

Avessi avuto 1.500 euro, li avrei spesi per comprare questo dipinto, che passava in asta oggi a Roma, al Babuino (qui):

PROSPERO FONTANA, ambito di
(Bologna 1512 – 1597)
LA DISCESA DI CRISTO AGLI INFERI
Olio su tavola a lunetta, cm. 55,5 x 111

Naturalmente Cristo non discende agli Inferi, ma si ferma al Limbo.
E soprattutto non è Prospero Fontana, bensì un magnifico Camillo Procaccini.
Magnifico davvero.

Però con i miei 1.500 (anche avendoceli avuti) sarei andato poco lontano.
L’asta si è chiusa poche ore fa, e il quadro è stato battuto a 122.000.
C-E-N-T-O-V-E-N-T-I-D-U-E-M-I-L-A
Un bel po’.

Adesso tutto quel che posso fare è stare qui seduto ad aspettare che salti fuori con l’attribuzione giusta e l’expertise giusta.
E poi dire “lo avevo detto”!

Son soddisfazioni.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , | 6 commenti

Gregorio, Camillo e Michelina

gregorio vescovo cambi

Cambi fa un’asta di piccolo cabotaggio, con dentro un po’ di tutto.
Un sacco di quadri distrutti, sembra che qualcuno ci si sia accanito con ferocia.
Non ho visto nulla di entusiasmante.

Io non credo nel genio che sa progettare un razzo spaziale ma non sa avvitare una vite, e rimango convinto che non si possano sapere le cose importanti ignorando quelle più semplici.
Quindi mi stupiscono le seguenti cose:

1. il quadro in apertura, presentato come:

Scuola del XVIII secolo
Ritratto di vescovo
olio su tela, cm 140×117

Non può essere un vescovo, perché non è vestito da vescovo.
Quel cappello lì sul tavolo si chiama triregno, ed è in uso al papa (oggi non si usa più).
Quindi è un papa. Ma quale papa?
C’è una colomba vicino al suo orecchio.
Quindi è papa Gregorio, detto Gregorio Magno.
Pontefice, dottore della Chiesa eccetera.
Inconcepibile non riconoscerlo, a mio avviso.

_______________________________________________________________________________

barocci cambi michelina

2. ancora problemi di iconografia, e non solo, per questo quadro (qui):

Scuola del XVIII secolo
Santa
olio su tela, cm 142×11

Una parola sola, Santa, ma più che sufficiente per capire come stanno le cose.
La signora non è santa, ma soltanto beata.
E’ infatti la beata Michelina da Pesaro.
Come lo so? Lo so perché è una copia dalla Beata Michelina di Federico Barocci oggi alla Pinacoteca Vaticana.
Eccola:

barocci michelina vaticana.JPG

Un quadro così celebre che viene preso come punto di riferimento per un’intera fase stilistica di Barocci, quella più tarda. Il “periodo beata Michelina”, appunto.
Ma, come al solito, non abbastanza celebre.

________________________________________________________________________

camillo procaccini copia cambi.JPG

3. terminiamo con questo quadro (qui):

Scuola Fiamminga del XVII secolo
Le tentazioni di Sant’Antonio
olio su tela, cm 48×43

Questa volta l’iconografia è giusta, ma è l’attribuzione a essere sballata.
Il quadro infatti è una copia da quello bellissimo di Camillo Procaccini che qualche tempo fa era presso la galleria Nobili di Milano.
Eccolo:

camillo procaccini nobili.JPG

Questa era un po’ difficile, forse per specialisti.
Però è un quadro che è stato molto esposto, e uno che lavora nel mercato potrebbe avere anche la cortesia di conoscerlo.

 

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

centrotrentasettemiladuecento lacrime su Guercino

copia da guercino dorotheum 1.JPG

Non ho niente contro i soldi.
Viva i soldi.
Chi li ha, li spenda e se li goda come crede.

I soldi hanno tanti poteri.
Fanno diventare le persone simpatiche, intelligenti, interessanti.
Gli uomini affascinanti.
Fanno mutare le opinioni, i governi e quasi tutte le altre cose.

Sono poche le cose che non possono fare.
Tra queste, cambiare l’aspetto dei quadri.

Anche se qualcuno ha pagato 137.200 €, questa enorme quantità di denaro non riuscirà a tramutare questo quadro in un Guercino.
Rimarrà sempre una copia dal quadro della Pinacoteca Civica di Cento.
Anche pagandolo il doppio dei soldi.
Anche il triplo.

Questo non sarà mai Guercino:

copia da guercino dorotheum 4.JPG

Questo non sarà mai Guercino:

copia da guercino dorotheum 2.JPG

Questo non sarà mai Guercino:

copia da guercino dorotheum 3.JPG

A me, ripeto, dei soldi non interessa niente.
Però oggi tante cose si misurano in soldi.

Ma se Guercino è questo, allora possiamo dedicarci ad altro.
Non vale la pena sacrificare tutto per questa roba.

E’ solo la mia opinione, naturalmente.

 

Pubblicato in Ma proprio no | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 14 commenti

Marcello Venusti, message in a bottle

copia venusti barcellona.JPG

Quando lavoravo in Finarte (prima che si capisse che ero inutile e dannoso) mi avevano contattato per avere informazioni sul bel San Lorenzo di Marcello Venusti, oggi a Palazzo Barberini:

venusti roma barberini.JPG

Dato che la priorità era liberare la scrivania, ho portato via solo la mia testa bacata e nient’altro.
Quindi non posso recuperare il contatto.
Allora getto nell’etere la segnalazione della copia qui in apertura, che passa a Barcellona tra qualche giorno (qui):

17th century Spanish School
Saint Lorenzo
Panel painting in oil. Lined. 66 x 49 cm.

Qualità andante, e forse davvero spagnolo.
I ricordi romani sono solo iconografici, come lo sgangherato Pantheon in basso a sinistra (che poi viene da un manoscritto di Bernardo Della Volpaia, ma è una storia lunga).

Però è interessante, perché è comunque una testimonianza di una qualche notorietà di un quadro ancora oggi semi-sconosciuto.
Spero che arrivi a destinazione.
Più di così non posso fare.

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 13 commenti

il chiarissimo Masino Buscetta

professor buscetta.JPG

Non volevo tornarci più sopra, perché tanto è il solito polpettone che non porterà a niente.
Però una cosa devo proprio dirla, per chiarire meglio il mio pensiero (nel caso non fosse abbastanza chiaro).

Mi riferisco ai professori di diritto tributario che si spartivano i posti all’Abilitazione Scientifica Nazionale del 2012 (qui).

Mettiamo il caso che, assuefatti alla consuetudine, non si rendessero conto di commettere un illecito.
Che si siano accorti del dolo soltanto dopo che glielo hanno fatto notare i magistrati.
Può essere.

Allora io mi chiedo.
Visto che lo stesso identico metodo, in quella tornata dell’ASN, è stato applicato ad altri settori (ad esempio al nostro scintillante Storia dell’Arte, come tutti sanno), presumo che sia illegale anche in quei casi.
Si alzerà qualcuno, e dirà: “Non sapevo di commettere un reato, eseguivo gli ordini e seguivo le convenzioni, ma adesso mi rendo conto di avere sbagliato”?
Oppure: “Preferisco parlare adesso, piuttosto che andare in galera, e salvare quel poco di dignità che mi resta”?

Persino la mafia ha avuto i suoi pentiti, i suoi collaboratori di giustizia.
A cominciare dal ch.mo prof. Tommaso (Masino) Buscetta ritratto in apertura.

Ecco, quando UN docente farà le sue rivelazioni ai magistrati aiutandoli a capire i meccanismi dell’associazione, allora potremo cominciare a distinguere i buoni e i cattivi.
A guadagnare credibilità e rispetto.

Prima, no.

 

Pubblicato in Come stanno le cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Maestro della Madonna Parrish

maestro della madonna parrish bonhams.JPG

Chi conosce il Maestro della Madonna Parrish?
E’ un pittore anonimo bolognese, alter ego di Giacomo e Giulio Francia, a loro volta figli del più noto Francesco.
Passa un suo quadro da Bonhams (qui):

Bolognese School, 16th Century
The Madonna and Child
oil on panel 51.2 x 37.2cm

Dirà il lettore che già è noioso Francesco Francia… peggio ancora i figli… c’è proprio bisogno di un sosia dei figli?
Boh. Ma se tutti questi pittori hanno prodotto e venduto centinaia di quadri, un motivo ci sarà.

E’ un artista che prende formule ptoto-classiciste e le rielabora in modo un po’ bizzarro.
Fosse stato fiorentino sarebbe considerato un genio, tipo il Maestro dei Paesaggi Kress. Invece è bolognese e rimano uno sfigato.

Comunque il quadro è suo, e tutto sommato non è niente male.
E’ anche leggermente diverso dalla sua composizione abituale (sempre cocciutamente identica).
Cosa pretendete di più?

 

Pubblicato in Consigli per gli acquisti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti