Piero della Francesca. Il disegno tra arte e scienza

piero reggio emilia palazzo magnani

Ha aperto da qualche tempo, ma ricevo solo ora il catalogo.
E’ una mostra a Palazzo Magnani, Reggio Emilia. Fino al 15 giugno.
Dice, perché Piero a Reggio Emilia? Perché a Reggio, alla biblioteca Panizzi, si conserva uno tra gli esemplari più antichi del De prospectiva pingendi (si può sfogliare qui).
E la mostra parla appunto di disegno prospettico tra Quattro e Cinquecento.
Informazioni più dettagliate sul sito apposito (qui).

Io mi sono limitato a due schede su disegni di Amico Aspertini, due bellissimi fogli tardi che fanno parte del cosiddetto Codex London II, oggi al British Museum. Sono studi di architetture antiche e moderne: il portico di Ottavia, il Pantheon, il cortile del Belvedere. Con tutta una storia su Bernardo della Volpaia e le fonti figurative che in questa sede vi risparmio.

aspertini piero reggio emilia

Ecco la referenza bibliografia completa:

Michele Danieli, Amico Aspertini, in Piero della Francesca. Il disegno tra arte e scienza, Reggio Emilia – Palazzo Magnani, catalogo della mostra a cura di Filippo Camerota, Francesco Paolo Di Teodoro, Luigi Grasselli, Milano, Skira, 2015, pp. 335-336, cat. III.26-III.27.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fatto o da fare e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...